Fonte: Tempi economici

Il progetto del Primo Ministro Narendra Modi di costruire città intelligenti 100 potrebbe dare una spinta con un modello predisposto dall'Unione Europea per rendere le città indiane più vivibili, sostenibili ed efficienti dal punto di vista energetico. La cooperazione nel progetto sulle città intelligenti tra l'India e il gruppo nazionale 28, il maggiore partner commerciale del paese, sarà probabilmente discussa al vertice India-UE alla fine di quest'anno a Bruxelles.

L'UE, che ha lavorato con Maharashtra per rendere Mumbai una città intelligente, porta con sé una vasta gamma di competenze dai suoi Stati membri per rendere le città indiane più vivibili a causa della crescente pressione demografica su queste città, ha detto l'ambasciatore dell'UE in India Joao Cravinho a ET .

Sebbene l'UE stia collaborando con il governo del Maharashtra sin da 2012 per rendere intelligente il capitale finanziario dell'India, il programma faro del governo Modi ha dato un nuovo slancio al concetto, ha affermato Cravinho. Ha aggiunto che l'UE potrebbe offrire ad altre città indiane il modello che ha offerto a Mumbai.

“La pre-pianificazione e la successiva pianificazione sono indispensabili per rendere vivibile e sostenibile qualsiasi città. Il vantaggio per l'UE è che può offrire suggerimenti in una vasta gamma di settori attingendo dalla competenza dell'Europa orientale all'Europa centrale fino all'Europa occidentale ", ha affermato Cravinho. L'UE terrà un mega incontro sul concetto di città intelligente per Mumbai alla fine di questo mese.

Cravinho ha affermato che l'UE può aiutare l'India nella conservazione del patrimonio, il che può anche contribuire a generare entrate per il governo.

Gli stati europei, che hanno esperienza nella pulizia di fiumi come il Reno, sono anche pronti a condividere le loro competenze per ripulire il Ganga e altri fiumi del paese e suggerire idee per generare entrate dai corsi d'acqua.