Fonte: Tempi economici

La facilità di fare ricerca è tanto importante quanto quella di fare affari, ha dichiarato oggi il Primo Ministro Narendra Modi mentre ha promesso alla comunità scientifica che taglierà la burocrazia e promuoverà maggiore libertà accademica e autonomia nelle università.

Ha inoltre sottolineato la necessità di fare degli investimenti nella scienza e nella tecnologia una parte della responsabilità sociale delle imprese e ha affermato che la connettività digitale deve essere "tanto un diritto fondamentale" quanto l'accesso alle scuole mentre chiede sforzi per "rilanciare il romanticismo" della scienza nella società e "Riaccendere" l'amore per esso nei bambini.

“Quando parlo di facilità di fare affari in India, voglio anche prestare uguale attenzione a facilità di fare ricerca e sviluppo in India…. Dobbiamo mettere la scienza, la tecnologia e l'innovazione al primo posto tra le priorità nazionali ”, ha affermato Modi, il cui governo ha spinto fortemente a migliorare l'ambiente imprenditoriale per attrarre investimenti, ha dichiarato in occasione dell'102nd Indian Science Congress.

Rivolgendosi agli scienziati, che spesso si lamentano di ostacoli burocratici e problemi di finanziamento per la ricerca, ha affermato: "Vogliamo che i nostri scienziati e ricercatori esplorino i misteri della scienza e non delle procedure governative. Vogliamo che considerino le pubblicazioni non le approvazioni del governo. "

"Le proposte di finanziamento non dovrebbero richiedere troppo tempo per essere chiarite. Per soddisfare le domande, i requisiti non dovrebbero diventare più complessi della ricerca ", ha affermato.

Sottolineando la necessità di diffondere la conoscenza della tecnologia, in particolare tra i bambini, Modi ha dichiarato: “Usiamo Internet per portare i nostri scienziati a contatto diretto con i nostri bambini e i nostri giovani. La connettività digitale dovrebbe diventare un diritto fondamentale tanto quanto l'accesso alle scuole. "

"Anche gli investimenti nell'attività scientifica e tecnologica dovrebbero far parte delle spese per la responsabilità sociale delle imprese da finanziare direttamente o attraverso un fondo autonomo", ha affermato.

Sostenendo che il progresso di una nazione e il suo sviluppo umano erano legati alla scienza e alla tecnologia, ha affermato che l'emergere della Cina come seconda economia più grande è stata parallela alla sua ascesa al secondo posto nel campo dell'attività scientifica.

Sottolineando la necessità di collocare le università "all'avanguardia" nelle attività di ricerca e sviluppo, ha affermato che gli investimenti nel settore al momento sono "decisamente troppo concentrati" nelle agenzie del governo centrale e hanno chiesto di renderla ampia.

“Le nostre università devono essere liberate da regolamenti eccessivi e procedure ingombranti. Devono avere un più alto grado di libertà accademica e autonomia. Ci deve essere molta enfasi sulla ricerca che sull'insegnamento. A loro volta, le università devono anche sottoscrivere i più alti standard di eccellenza accademica e responsabilità ", ha detto.

Modi ha affermato di aver posto la scienza e la tecnologia all'avanguardia dell'impegno diplomatico del Paese.

Il Primo Ministro ha lodato gli scienziati indiani per aver messo 'Mangalyaan' nell'orbita di Marte nel primo tentativo di salvare migliaia di vite attraverso previsioni accurate durante la tempesta ciclonica Hudhud.