Fonte: Tempi economici

L'economia indiana si sta muovendo sulla buona strada con sforzi per accelerare le riforme, aumentando le prospettive di ripresa della crescita da 5.4 per cento in FY15 a 7 per anno fiscale 2017, afferma un rapporto di Macquarie.

Secondo la società globale di servizi finanziari, FY16 sarebbe un anno degno di nota per l'India con un graduale miglioramento della crescita economica e un calo delle pressioni inflazionistiche tra il calo dei prezzi delle materie prime globali e le iniziative politiche.

"Riteniamo che l'economia indiana si stia muovendo sulla strada giusta verso una ripresa ciclica e strutturale e che i politici abbiano preso le misure giuste per migliorare la produttività", ha dichiarato Macquarie in una nota di ricerca.

"Complessivamente, prevediamo che la crescita del PIL aumenterà da 5.4 per cento in FY15 a 6.5 per cento in FY16 e ulteriormente a 7 per cento in FY17", ha aggiunto.

La ripresa dell'attività economica reale sarà probabilmente sostenuta da un aumento degli investimenti, da una più rapida attuazione delle riforme e dall'affrontare le questioni relative all'offerta.

"Rimaniamo ottimisti sulla capacità del governo di intraprendere riforme strutturali e migliorare le dinamiche di produttività che aiuteranno l'India a passare a un percorso di crescita più elevato nel medio termine", ha affermato Macquarie.

Nell'ultima settimana di dicembre 2014, il Consiglio dei Ministri ha approvato la promulgazione dell'ordinanza sugli IDE in materia di assicurazioni, assegnazione di blocchi di carbone e modifiche alla legge sull'acquisizione di terreni.

"Mentre l'uso delle ordinanze potrebbe essere una soluzione temporanea, riflette l'impegno del governo nei confronti delle riforme", afferma la nota di ricerca aggiungendo che "il governo dovrebbe lavorare per costruire un consenso con l'opposizione attraverso dialoghi multipartitali in modo che progetti di legge critici come GST e terra la fattura di acquisizione potrebbe essere approvata rapidamente ”.

Macquarie ha osservato che lo slancio delle riforme del governo sta migliorando.

"Il governo ha preso le giuste misure politiche per attuare lunghe riforme in sospeso, tra cui le riforme del settore energetico, principalmente la deregolamentazione dei prezzi del diesel e l'aumento dei prezzi del gas, i cambiamenti in importanti leggi sul lavoro, gli IDE liberalizzati in difesa e altri settori", ha affermato.