Nuovo quadro di prestiti commerciali esterni

Le caratteristiche salienti del nuovo quadro della BCE sono le seguenti:

Unione di tracce:

(i) Unione delle tracce I e II come “BCE denominata in valuta estera” (qualsiasi valuta estera liberamente convertibile ) e

(ii) Unione del quadro delle obbligazioni denominate Track III e Rupee come “Rupee Denominated ECB” (Indian Rupee (INR)).

Mutuatari ammissibili:

(i) Questo è stato ampliato per includere tutte le entità idonee a ricevere investimenti diretti esteri.

(ii) Inoltre, Port Trusts, Units in SEZ, SIDBI, EXIM Bank, entità registrate impegnate in attività di microfinanza, vale a dire, società senza scopo di lucro registrate, società registrate / trust / cooperative e organizzazioni non governative possono anche prendere in prestito questo quadro.

Prestatore riconosciuto:

(i) Il prestatore dovrebbe essere residente nel Paese conforme al GAFI o al GAFI.

(ii) Possono essere finanziatori anche istituti finanziari multilaterali e regionali, soggetti privati ​​e filiali / filiali estere di banche indiane.

Periodo di maturità media minima (MAMP):

(i) MAMP durerà 3 anni per tutte le BCE.

(ii) Tuttavia, per la BCE sollevata da detentore di azioni estere e utilizzata per scopi specifici, il MAMP sarebbe di 5 anni.

(iii) Analogamente, per la BCE fino a 50 milioni di USD per esercizio finanziario raccolto dal settore manifatturiero, a cui è stata concessa una dispensa speciale, il MAMP sarebbe l'anno 1.

Commissione di presentazione in ritardo (LSF) per ritardo nella segnalazione:

(i) Qualsiasi mutuatario, che è altrimenti conforme alle linee guida della BCE, ad eccezione di un ritardo nell'elaborazione dei proventi della BCE prima di ottenere rendimenti LRN o Modulo 2 della BCE, può regolarizzare il ritardo mediante il pagamento di LSF secondo la procedura stabilita.

(ii) La Commissione di presentazione in ritardo (LSF) per ritardo nella segnalazione è di seguito indicata:

Sr. No. Tipo di reso / modulo Periodo di ritardo LSF applicabile
1 Modulo BCE 2 Fino a 30 giorni di calendario dalla data di scadenza dell'invio INR 5,000
2 Modulo BCE 2 / Modulo BCE Fino a tre anni dalla data di scadenza dell'invio / data del prelievo INR 50,000 all'anno
3 Modulo BCE 2 / Modulo BCE Oltre tre anni dalla data di scadenza dell'invio / data del prelievo INR 100,000 all'anno

(iii) Il mutuatario, tramite la sua banca AD, può pagare l'LSF tramite un progetto di domanda a favore di "Reserve Bank of India" o qualsiasi altra modalità specificata dalla Reserve Bank.

(iv) Tale pagamento deve essere accompagnato dai resi necessari.

(v) Modulo BCE e Modulo BCE 2 i rendimenti che segnalano le violazioni saranno trattati separatamente.

(vi) Il mancato pagamento di LSF sarà considerato una violazione delle disposizioni in materia di comunicazione e sarà soggetto alla composizione o al giudizio secondo quanto previsto da FEMA 1999 o dai regolamenti / norme ivi previsti.

(i) BCE fino a 750 milioni di USD o equivalente per esercizio finanziario, che altrimenti sono conformi ai parametri e agli altri termini e condizioni stabiliti nel nuovo quadro della BCE, saranno consentiti nell'ambito del percorso automatico che non richiede l'approvazione preventiva della Riserva Banca.

(ii) Si prevede che la banca di categoria I AD designata, considerando la proposta della BCE, assicurerà la conformità alle linee guida applicabili della BCE da parte dei propri componenti.

(iii) Qualsiasi violazione delle disposizioni applicabili invierà azioni penali o decisioni ai sensi della Foreign Exchange Management Act, 1999.

(i) I prestiti e i prestiti nell'ambito della BCE da parte delle banche indiane e delle loro filiali / filiali al di fuori dell'India saranno soggetti alle linee guida prudenziali emesse dal Dipartimento del Regolamento Bancario della Reserve Bank.

(ii) Inoltre, altre entità che generano BCE sono tenute a seguire le linee guida emanate, ove presenti, dall'autorità di regolamentazione settoriale o prudenziale interessata.

Usi finali (elenco negativo):

L'elenco negativo, per il quale i proventi della BCE non possono essere utilizzati, includerebbe quanto segue:
a) Attività immobiliari.
b) Investimenti nel mercato dei capitali.
c) Partecipazione.
d) scopi di capitale circolante eccetto dal detentore di azioni estere.
e) scopi aziendali generali ad eccezione del detentore di azioni estere.
f) Rimborso di prestiti della Rupia ad eccezione del detentore di azioni estere.
g) Prestiti in prestito a entità per le attività di cui sopra.

Rapporto BCE-Patrimonio netto:

(i) Ai fini del rapporto debito / patrimonio netto della BCE, l'importo della BCE includerà tutto l'ammontare in essere di tutte le BCE (diverse dalle denominazioni INR) e quello proposto (solo gli importi in essere della BCE in caso di rifinanziamento) mentre l'equità includerà il pagamento- capitale e riserve libere (incluso il premio azionario ricevuto in valuta estera) secondo l'ultimo bilancio sottoposto a revisione.

(ii) Sia la BCE che gli importi azionari saranno calcolati rispetto al detentore di azioni estere. Laddove vi sia più di un detentore di azioni estere nella società mutuataria, la parte del premio azionario in valuta estera introdotta dal / i prestatore / i interessato / i sarà considerata solo per il calcolo del rapporto.

(iii) Il rapporto sarà calcolato secondo l'ultimo bilancio verificato.

Limite e leva:

(i) Nell'ambito del suddetto quadro, tutti i mutuatari ammissibili possono aumentare la BCE fino a un importo di 750 milioni di USD o equivalente per esercizio finanziario su percorso automatico.

(ii) Inoltre, nel caso in cui la BCE denominata FCY sia stata sollevata dal detentore di capitale proprio diretto, il rapporto BCE passivo-capitale proprio per le BCE sollevate nell'ambito del percorso automatico non può superare 7: 1. Tuttavia, questo rapporto non sarà applicabile se l'importo in sospeso di tutte le BCE, compresa quella proposta, è fino a 5 milioni di USD o equivalente.

(iii) Inoltre, le entità mutuatarie saranno regolate anche dalle linee guida sul coefficiente di indebitamento emesso, se del caso, dal regolatore settoriale o prudenziale interessato.

Procedura per la raccolta della BCE (invio del modulo BCE alla banca AD):

(i) Tutte le BCE possono essere sollevate nell'ambito del percorso automatico se sono conformi ai parametri prescritti in questo quadro.

(ii) Per i casi di percorso di approvazione, i mutuatari possono rivolgersi all'RBI con una domanda nel formato prescritto (Modulo BCE - Allegato I) per l'esame attraverso la loro banca di categoria I AD.

(iii) Le entità desiderose di raccogliere la BCE nell'ambito dell'itinerario automatico possono rivolgersi a una banca di categoria I AD con la loro proposta insieme al modulo debitamente compilato nel modulo BCE (il formato del modulo BCE è allegato al nuovo quadro BCE)

Numero di registrazione del prestito (LRN):

Qualsiasi prelievo nei confronti di una BCE dovrebbe avvenire solo dopo aver ottenuto la LRN dalla Reserve Bank.

Per ottenere l'LRN, non è necessario che le copie dell'accordo di prestito per la raccolta della BCE siano presentate alla Reserve Bank.

Annullamento di LRN:

Le banche di categoria I AD designate possono rivolgersi direttamente a DSIM per la cancellazione di LRN per le BCE contratte, fermo restando che non sia stato effettuato alcun prelievo nei confronti di detta LRN e che siano stati presentati i rendimenti mensili della BCE-2 fino alla data relativa alla LRN assegnata a DSIM.

Rifinanziamento della BCE esistente:

(i) La banca di categoria I di categoria AD designata può consentire il rifinanziamento della BCE esistente aumentando la BCE nuova, a condizione che la scadenza eccezionale del debito originario (ponderata scadenza eccezionale in caso di più prestiti) non sia ridotta e il costo complessivo della BCE nuova sia inferiore al costo complessivo (costo medio ponderato in caso di più prestiti) della BCE esistente.

(ii) Inoltre, può essere consentito il rifinanziamento delle BCE emesse nell'ambito del precedente quadro della BCE, fatto salvo che il mutuatario sia idoneo a raccogliere la BCE nell'ambito del quadro esistente.

(iii) Anche l'innalzamento della BCE nuova a rifinanziamento parziale della BCE esistente è consentito alle stesse condizioni.

(iv) Le banche indiane sono autorizzate a partecipare al rifinanziamento della BCE esistente, solo per le società con rating elevato (AAA) e per le imprese del settore pubblico Maharatna / Navratna.

Conversione della BCE in patrimonio netto:

La conversione delle BCE, comprese quelle maturate ma non pagate, in azioni è consentita alle seguenti condizioni:

io. L'attività della società mutuataria è coperta dalla rotta automatica per gli IDE o viene ricevuta l'approvazione del governo, ove applicabile, per la partecipazione azionaria estera secondo la politica degli IDE esistente.

ii. La conversione, che dovrebbe avvenire con il consenso del prestatore e senza alcun costo aggiuntivo, non dovrebbe comportare la violazione dell'ammissibilità e la violazione del limite settoriale applicabile sulla partecipazione azionaria estera nell'ambito della politica degli IDE;

iii. Sono rispettate le linee guida applicabili ai prezzi per le azioni;

iv. In caso di conversione parziale o totale della BCE in patrimonio netto, la segnalazione alla Banca di riserva sarà la seguente:

un. Per la conversione parziale, la parte convertita deve essere riportata nel modulo FC-GPR prescritto per la segnalazione dei flussi di IDE, mentre la comunicazione mensile a DSIM nel modulo BCE 2 Il rendimento sarà con opportune osservazioni, vale a dire "BCE parzialmente convertita in patrimonio netto".

b. Per la conversione completa, l'intera parte deve essere segnalata nel modulo FC-GPR, mentre la segnalazione a DSIM nel modulo BCE 2 Il rendimento deve essere effettuata con le osservazioni "BCE interamente convertita in patrimonio netto". Il successivo deposito del modulo ECB 2 Return non è richiesto.

c. Per la conversione della BCE in azioni in fasi, anche la segnalazione tramite il Modulo FC-GPR e il Modulo BCE 2 Return sarà effettuata per fasi.

v. Se il mutuatario in questione si è avvalso di altre agevolazioni creditizie del sistema bancario indiano, comprese le filiali / filiali estere di banche indiane, sono rispettate le linee guida prudenziali applicabili emanate dal Dipartimento del regolamento bancario della Reserve Bank, comprese le linee guida sulla ristrutturazione;

VI. L'eventuale consenso di altri finanziatori allo stesso mutuatario è disponibile o almeno le informazioni relative alle conversioni vengono scambiate con altri finanziatori del mutuatario.

vii. Per la conversione delle quote della BCE in patrimonio netto, il tasso di cambio in vigore alla data dell'accordo tra le parti interessate per tale conversione o qualsiasi tasso inferiore può essere applicato di comune accordo con il creditore della BCE. Si può notare che il fair value delle azioni azionarie da emettere deve essere elaborato con riferimento solo alla data di conversione.

* Significato del paese conforme a GAFI e IOSCO:

Paese conforme al GAFI: Un paese membro della Financial Action Task Force (FATF) o membro di un ente regionale in stile GAFI; e non dovrebbe essere un paese identificato nella dichiarazione pubblica del GAFI come (i) una giurisdizione avente una carenza strategica di antiriciclaggio o lotta al finanziamento del terrorismo a cui si applicano le contromisure; oppure (ii) una giurisdizione che non ha compiuto progressi sufficienti nell'affrontare le carenze o non si è impegnata in un piano d'azione sviluppato con la Task Force di azione finanziaria per colmare le carenze.

Paese conforme a IOSCO: Un paese il cui regolatore del mercato mobiliare è un firmatario del protocollo d'intesa multilaterale della International Organization of Securities Commission (IOSCO) (Appendice A Firmatari) o un firmatario del Memorandum of Understanding bilaterale con il Securities and Exchange Board of India (SEBI) per la condivisione delle informazioni accordi.