crediti transitori gst transizione controversa prima imposte indirette gst

GST è una riforma significativa nel campo delle imposte indirette in India. Le imposte multiple riscosse e riscosse dal Centro e dagli Stati verrebbero sostituite da un'imposta denominata Imposta sulle merci e sui servizi (GST). GST è un'imposta sul valore aggiunto in più fasi sul consumo di beni o servizi o entrambi.
Poiché GST cerca di consolidare più imposte in una, è molto essenziale disporre di disposizioni transitorie per garantire che la transizione al regime GST sia molto agevole e senza problemi e che non vi siano benefici ITC (Input Tax Credit) / benefici ottenuti nel regime esistente perso. In questo aggiornamento stiamo fornendo disposizioni di transizione, che possono essere classificate come sotto:

A. Relativo al credito d'imposta in entrata
B. Proseguimento delle procedure esistenti come lavoro di lavoro per un periodo ragionevole senza conseguenze negative ai sensi della legge GST
C. Tutti i reclami (pendenti e futuri) relativi alle leggi esistenti depositati prima, nel o dopo il giorno stabilito
D. GST TRAN-2
E. Giurisprudenza recente sul credito transitorio

Provvigione legale:
"A condizione che nel caso di un reclamo ai sensi della sottosezione (1) della sezione 140, la domanda deve specificare separatamente:
(i) il valore dei reclami ai sensi della sezione 3, sottosezione (3) della sezione 5, sezioni 6 e 6A e sottosezione (8) della sezione 8 del Central Sales Tax Act, 1956 presentate dal richiedente e (ii ) il numero seriale e il valore delle dichiarazioni nei moduli C e / o F e certificati nei moduli E e / o H o modulo I specificati nella regola 12 delle norme sull'imposta centrale sulle vendite (registrazione e fatturato), 1957 presentata dal richiedente a sostegno delle rivendicazioni di cui alla precedente clausola (i); "

A. Disposizioni transitorie per ITC
Sono state elaborate disposizioni per portare avanti le ITC guadagnate ai sensi della legge vigente. Tale credito dovrebbe essere consentito dalla legge GST. Tuttavia, il soggetto passivo che opta per uno schema di composizione non sarebbe ammissibile per il riporto dell'attuale ITC. ITC di varie imposte ai sensi delle leggi vigenti
(Credito CENVAT, IVA ecc.) Verrebbero riportati come segue:

(a) Saldo finale del credito negli ultimi rendimenti:
Il saldo di chiusura del credito / IVA CENVAT nelle ultime dichiarazioni archiviate ai sensi della legge vigente può essere preso come credito nel registro contabile elettronico. Tale credito sarebbe disponibile solo quando i rendimenti degli ultimi sei mesi precedenti sono stati archiviati in base alla legge vigente. Per richiedere questo credito, è necessario che la dichiarazione in forma GST TRAN 1 sia fornita sul portale comune entro novanta giorni dal giorno stabilito, ad esempio 1st luglio, 2017 o entro tale termine

(b) Credito non utilizzato su beni strumentali:
La rata del saldo del credito non utilizzato sul credito in conto capitale può essere presa anche presentando la dichiarazione richiesta nel GST TRAN 1.

(c) Credito su scorte pagate:
Un soggetto passivo registrato, diverso dal produttore o dal prestatore di servizi, può avere merci pagate in proprio nel proprio magazzino nel giorno stabilito. GST sarebbe pagabile su tutte le forniture di beni o servizi effettuate dopo il giorno stabilito. Non è intenzione del governo riscuotere due volte le tasse sugli stessi beni. Pertanto, in tali casi, è stato previsto che il credito del dazio / imposta versato in precedenza sarebbe ammissibile come credito. Tale credito può essere preso come sotto:
(i) Il credito deve essere preso in base alla fattura che attesta il pagamento dell'accisa o dell'IVA
(ii) Tali fatture devono avere meno di un anno
(iii) Dichiarare lo stock di merci pagate in franchigia entro il termine prescritto sul portale comune
(d) Accredito sulle scorte pagate quando la persona registrata non possiede il documento che attesta il pagamento dell'accisa / IVA per gli operatori che non dispongono di accise o fattura IVA, esiste un sistema per consentire loro di accreditare sulle scorte pagate. Le caratteristiche di questo schema sono le seguenti:
(i) Il regime è operativo solo per sei mesi dal giorno stabilito. Non è disponibile per il produttore o il fornitore del servizio. È disponibile solo per gli operatori.
(ii) Credito @ 60% su tali beni che attraggono l'imposta centrale @ 9% o più e @ 40% per altri beni di GST pagati sullo stock liquidato dopo il giorno stabilito sarebbe consentito. Tuttavia, tali beni non dovrebbero essere esenti incondizionatamente o tassati a tasso zero ai sensi della legge vigente. È stato inoltre previsto che laddove sia pagata un'imposta integrata su tali beni; l'importo del credito è consentito rispettivamente a @ 30% e 20% di detta imposta.
(iii) Il credito sarebbe concesso dopo che il GST è stato pagato su tali beni a condizione che il beneficio di tale credito sia trasferito al cliente a prezzi ridotti.
(iv) La dichiarazione di fornitura di tali beni in ciascuno dei sei periodi fiscali deve essere presentata.
(v) Le scorte immagazzinate dovrebbero essere facilmente identificabili.
(e) I crediti relativi a beni esentati ai sensi delle leggi esistenti che sono ora tassabili Credito d'imposta sugli input di CENVAT / IVA in relazione a beni in entrata, semilavorati e finiti in stock attribuibili a beni o servizi esenti che sono ora tassabili possono anche essere presi Allo stesso modo.
(f) Servizi di input / input in transito: potrebbe esserci uno scenario in cui i servizi di input o input vengono ricevuti il ​​giorno successivo o successivo, ma il dazio o l'imposta sugli stessi sono stati pagati dal fornitore ai sensi della legge vigente. La persona registrata (RP) può farsi carico di dazi e tasse ammissibili, a condizione che la fattura sia stata registrata nei libri entro 30 giorni dal giorno stabilito. Il periodo può essere prorogato dal Commissario GST di altri giorni 30. È necessario fornire una dichiarazione di tali fatture. ISD può anche distribuire tale credito.
(g) Imposte pagate ai sensi della legge vigente nell'ambito dello schema di composizione: quei contribuenti che hanno pagato un'imposta a tasso fisso o importo fisso al posto dell'imposta dovuta ai sensi della legge esistente ma che lavorano in regime normale ai sensi di GST possono richiedere il credito sul loro contributo magazzino, semilavorati e prodotti finiti alla data stabilita, fatte salve le seguenti condizioni:
(i) Tali stock di input utilizzati per la fornitura imponibile ai sensi della presente legge
(ii) La persona registrata non è coperta dalla sezione 10 (schema di composizione) della presente legge
(iii) La persona registrata è ammissibile per ITC ai sensi della presente legge
(iv) La persona registrata è in possesso della fattura o di altri documenti di pagamento del dazio
(v) Tali fatture non hanno più di dodici mesi nel giorno stabilito
(h) ITC in caso di registrazione centralizzata ai sensi della tassa di servizio. Tale persona registrata può prendere in considerazione l'importo del CENVAT riportato in cambio fornito ai sensi della legge vigente, se la dichiarazione originale / rivista ai sensi della legge vigente è stata presentata entro tre mesi. Tale credito può essere trasferito a una delle persone registrate con lo stesso PAN per il quale è stata ottenuta la registrazione centralizzata.
(i) Recuperare il credito per il servizio di input invertito Il credito CENVAT invertito per mancato pagamento del corrispettivo entro tre mesi può essere recuperato se il pagamento viene effettuato al fornitore del servizio entro 03 mesi da 1st July, 2017
(j) Laddove merci o beni capitali appartenenti al preponente si trovino nei locali dell'agente nel giorno stabilito. Questa disposizione è specifica della legge SGST. In tali casi, l'agente ha il diritto di prendere credito, fatte salve le seguenti condizioni:
(i) L'agente è un soggetto passivo registrato
(ii) Sia il principale che l'agente dichiarano i dettagli dello stock
(iii) Le fatture non hanno più di dodici mesi
(iv) Il capitale è stato stornato o non è stato utilizzato sul credito d'imposta a monte

B. Disposizioni di transizione relative a lavori di lavoro, merci restituite / inviate su approvazione ecc
(a) Lavoro di lavoro Gli input, i semilavorati o i prodotti finiti sono stati inviati al lavoratore o ad altri locali senza pagamento di dazi / IVA ai sensi della legge vigente. Nessuna GST è pagabile dal lavoratore quando tali beni vengono restituiti da lui entro sei mesi dal giorno stabilito. Il periodo può essere prorogato dal Commissario, GST di altri due mesi. Se non restituito entro il termine prescritto, ITC sarà responsabile per il recupero dal capitale di cui al secondo provvedimento alla sezione 141 (1) della legge. Inoltre, il lavoratore dovrà pagare il GST per tali forniture. Nel caso di prodotti semilavorati, il produttore può trasferire i beni ai locali di una persona registrata senza pagamento dell'imposta entro il termine prescritto. In caso di prodotti finiti, il produttore può trasferire i beni se non restituiti entro il termine prescritto, e quindi ITC sarà responsabile per il recupero dal capitale di cui al secondo provvedimento alla sezione 141 (1) della legge. Inoltre, il lavoratore dovrà pagare il GST per tali forniture. Nel caso di prodotti semilavorati, il produttore può trasferire i beni ai locali di una persona registrata senza pagamento dell'imposta entro il termine prescritto. In caso di prodotti finiti, il produttore può trasferire le merci dietro pagamento di imposte o autorizzare l'esportazione entro il termine prescritto.

(b) Merci rimosse prima di 6 mesi del giorno stabilito, ovvero 1st luglio, 2017 ma restituite entro 6 mesi da 1st luglio, 2017:
Se tali beni vengono restituiti da una persona non registrata, è possibile richiedere il rimborso del dazio / IVA versato ai sensi della legge vigente. Se restituito da una persona registrata, la restituzione della merce deve essere trattata come fornitura di merce (ITC può essere richiesto).

C. Merci inviate su base di approvazione prima di 6 mesi del giorno stabilito, ovvero 1st luglio, 2017 ma restituite entro 6 mesi da 1st Luglio, 2017:
Nessuna imposta è dovuta dalla persona che restituisce la merce. Il commissario può prolungare il periodo di 2 mesi. Se restituito successivamente, l'imposta è dovuta se la fornitura è imponibile ai sensi di GST (dal destinatario). In caso contrario, l'imposta è dovuta dalla persona che ha inviato la merce in base all'approvazione.

(d) TDS detratto in IVA
Laddove un fornitore abbia effettuato una vendita di beni e sia stata detratta la tassa ai sensi della legge sull'IVA, e la fattura sia stata emessa prima del giorno stabilito. Tuttavia, il pagamento è stato effettuato il giorno fissato o dopo. In tali casi, nessun TDS ai sensi di GST deve essere dedotto.

(e) Revisione dei prezzi per contratti esistenti
In caso di revisione al rialzo dei prezzi, una persona registrata emetterà una fattura supplementare o note di addebito entro 30 giorni dalla data della revisione e tale revisione sarà trattata come fornitura ai sensi di GST e le tasse sono pagabili ai sensi della presente legge. In caso di revisione al ribasso, la persona registrata può emettere una nota di accredito entro 30 giorni da tale revisione e si considera che la nota di accredito sia stata emessa in relazione alla fornitura esterna effettuata ai sensi della presente legge. Una persona registrata ridurrà la propria responsabilità fiscale per tale nota di credito, previo annullamento del credito da parte del destinatario.

D. GST TRAN-2
i) Una persona registrata che non è stata registrata ai sensi della legge vigente deve, in base alla clausola della sottosezione (3) della sezione 140, essere autorizzata ad avvalersi del credito d'imposta in entrata sui beni (su cui l'accisa di accisa centrale o , a seconda dei casi, ulteriori dazi doganali di cui alla sottosezione (1) della sezione 3 della legge sulla tariffa doganale, 1975, sono leviabili) tenuti in giacenza nel giorno designato per il quale non sono in possesso di alcun documento attestante il pagamento dell'accisa centrale.
(ii) Tale credito è consentito al tasso del sessanta per cento. Su tali beni che attraggono l'imposta centrale all'aliquota del 9% o più e del 40%. per altri beni dell'imposta centrale applicabile sulla fornitura di tali beni dopo la data stabilita e devono essere accreditati dopo che è stata pagata l'imposta centrale dovuta su tale fornitura: purché in caso di imposta integrata su tali beni, l'importo del credito sarà consentito all'aliquota del trenta per cento e del venti per cento rispettivamente di detta imposta
(iii) Il regime è disponibile per sei periodi fiscali dalla data designata.
(b) Tale credito dell'imposta centrale deve essere utilizzato nel rispetto delle seguenti condizioni, vale a dire:
(i) tali beni non erano esenti incondizionatamente dall'intera accisa specificata nel Primo Allegato al Central Excise Tariff Act, 1985 o non erano classificati come zero in detto Allegato.
(ii) il documento per l'approvvigionamento di tali beni è disponibile presso la persona registrata.
(iii) la persona registrata che usufruisce di questo schema e che abbia fornito i dettagli delle scorte da lui detenute in conformità con le disposizioni della clausola (b) della sotto-regola (2) della regola 1, presenta una dichiarazione in FORM GST TRAN 2 all'indirizzo la fine di ciascuno dei sei periodi fiscali durante i quali il regime è in vigore, indicando in esso i dettagli delle forniture di tali beni effettuate durante il periodo fiscale.
(iv) l'importo del credito consentito deve essere accreditato sul libro mastro elettronico del richiedente conservato in FORM GST PMT-2 sul Portale comune.
(v) lo stock di beni su cui si avvale il credito è conservato in modo tale da poter essere facilmente identificato dalla persona registrata.

Provvigione legale
(4) (a) (i) Una persona registrata, che detiene scorte di beni che hanno subito un'imposta nel primo punto della loro vendita nello Stato e le cui vendite successive non sono soggette all'imposta nello Stato che si avvale del credito in conformità con la clausola alla sottosezione (3) della sezione 140 è autorizzata a avvalersi del credito d'imposta in entrata sulle merci detenute in giacenza nel giorno stabilito per il quale non è in possesso di alcun documento comprovante il pagamento dell'imposta sul valore aggiunto.
(ii) Tale credito è concesso all'aliquota del sessanta per cento su tali beni che attraggono l'imposta statale all'aliquota del nove o più e del quaranta per cento per altri beni dell'imposta statale applicabile sulla fornitura di tali beni dopo la data designata e sarà accreditata dopo il pagamento dell'imposta statale pagabile su tale fornitura:
A condizione che, laddove sia pagata un'imposta integrata su tali beni, l'importo del credito sia concesso rispettivamente all'aliquota del trenta per cento e del venti per cento di detta imposta.
(iii) Il regime è disponibile per sei periodi fiscali dalla data designata.
(b) Tale credito dell'imposta statale deve essere utilizzato nel rispetto delle seguenti condizioni, vale a dire:
(i) tali beni non erano totalmente esenti da imposta ai sensi del valore <Nome dello Stato>
Aggiunta della legge fiscale, ...
(ii) il documento per l'approvvigionamento di tali beni è disponibile presso la persona registrata.
(iii) la persona registrata che usufruisce di questo schema e che abbia fornito i dettagli delle scorte da lui detenute in conformità con le disposizioni della clausola (b) della sotto-regola (2) della regola 1, presenta una dichiarazione in FORM GST TRAN 2 all'indirizzo la fine di ciascuno dei sei periodi fiscali durante i quali il regime è in vigore, indicando in esso i dettagli delle forniture di tali beni effettuate durante il periodo fiscale.
(iv) l'ammontare del credito consentito deve essere accreditato sul libro mastro elettronico del richiedente conservato in FORM GST PMT-2 sul Portale Comune. (v) lo stock di beni su cui si avvale il credito è così immagazzinato che può essere facilmente identificato dalla persona registrata.

C. Procedimenti ai sensi delle leggi vigenti
La legge GST è diventata operativa se 1st luglio, 2017 e le leggi esistenti sono state abrogate. Sono state elaborate disposizioni per salvare i reclami pendenti e futuri relativi alla legge esistente formulati prima, nel o dopo il giorno stabilito, ovvero 1st July, 2017. Tali procedimenti possono riguardare il rimborso di richieste di credito / IVA CENVAT o sconti relativi all'esportazione o imposte sui servizi, tali procedimenti possono comportare il recupero di imposte o rimborsi. Tutti questi casi sarebbero eliminati secondo la legge vigente. Se qualsiasi richiesta di rimborso del credito CENVAT viene respinta in tutto o in parte, l'importo così rifiutato decade. Il rimborso del credito CENVAT deve essere pagato in contanti. Non è previsto alcun rimborso di CENVAT se già trasportato. Se qualsiasi importo diventa recuperabile, lo stesso deve essere recuperato come arretrato fiscale ai sensi della legge GST. Le disposizioni di legge relative alla transizione sono contenute nel capitolo XX (sezione da 139 a 142) delle CGST Act, 2017, SGST Act (s), 2017 e Rule 117 to 121 delle CGST Rules, 2017.