Fonte: deccanchronicle.com

La crescita economica dell'India continua a guadagnare slancio mentre la maggior parte delle principali economie vede prospettive stabili, ha affermato l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE).

L'OCSE è un raggruppamento di paesi 34. Le letture si basano su Composite Leading Indicators (CLI), che indicano i punti di svolta nell'attività economica rispetto all'andamento, per il mese di luglio. “In India, la crescita continua a guadagnare slancio mentre in Cina e Russia i CLI indicano una stabilizzazione della dinamica di crescita. La CLI per il Brasile suggerisce un momentaneo cambiamento di slancio ”, ha affermato in una nota il gruppo di riflessione dell'OCSE con sede a Parigi.

La CLI dell'India a luglio è salita a 99 rispetto a 98.9 a giugno. Lo stesso è migliorato da quando è arrivato a 98.5 a marzo. La crescita del paese ha toccato l'5.7 per cento nel trimestre aprile-giugno, il più alto degli ultimi due anni e mezzo.

Il prodotto interno lordo dell'India si è espanso dell'4.7 per cento nel trimestre aprile-giugno dell'ultimo anno fiscale che si è concluso a marzo 31, 2014. Nel periodo gennaio-marzo (ultimo trimestre di 2013-14), era 4.6 per cento. Il precedente massimo del tasso di crescita del PIL è stato registrato all'6 per cento nel trimestre ottobre-dicembre di 2011-12. Nel frattempo, il gruppo ha notato che i CLI continuano a segnalare un ritmo di crescita stabile nella maggior parte delle principali economie. "I CLI per l'intera area OCSE, nonché per gli Stati Uniti, il Canada e il Regno Unito continuano a indicare un ritmo di crescita stabile", ha affermato la nota.

In Germania la CLI continua a indicare un rallentamento della dinamica, mentre in Italia vi sono segnali di perdita della dinamica di crescita. Nell'area dell'euro nel suo insieme e in Francia, le CLI rimangono stabili, ha aggiunto. "La CLI per il Giappone continua a indicare un'interruzione della dinamica di crescita, sebbene ciò possa essere correlato a fattori una tantum".