Affari in India

L'India sembra destinata a scavalcare Gran Bretagna e Francia l'anno prossimo per diventare la quinta più grande economia del mondo in termini di dollari, secondo un rapporto di martedì.

Il tavolo 2018 World Economic League del centro di consulenza economica e di ricerca aziendale (Cebr) ha dipinto una visione ottimista dell'economia globale, sostenuta dai prezzi economici dell'energia e della tecnologia.

L'ascesa dell'India fa parte di una tendenza che vedrà sempre più le economie asiatiche dominare le maggiori economie 10 nei prossimi anni 15.

"Nonostante le battute d'arresto temporanee ... l'economia dell'India ha ancora raggiunto quella della Francia e del Regno Unito e in 2018 le avrà superate entrambe per diventare la quinta più grande economia del mondo in termini di dollari", ha affermato Douglas McWilliams, vicepresidente del Cebr.

McWilliams ha affermato che la crescita dell'India è stata rallentata dalle restrizioni sulle banconote di valore elevato e da una nuova imposta sulle vendite, una visione condivisa dagli economisti intervistati da Reuters.

La Cina probabilmente supererà gli Stati Uniti come l'economia no. 1 del mondo in 2032, ha affermato Cebr. "Poiché l'impatto del presidente Trump sul commercio è stato meno grave del previsto, gli Stati Uniti manterranno la loro corona globale un anno in più di quanto previsto nell'ultimo rapporto", afferma il rapporto.

Mentre la Gran Bretagna sembra destinata a rimanere indietro rispetto alla Francia nei prossimi due anni, Cebr ha previsto che gli effetti della Brexit sull'economia britannica saranno meno che temuti, consentendole di superare di nuovo la Francia in 2020.

La Russia era vulnerabile ai bassi prezzi del petrolio e troppo dipendente dal settore energetico, e sembrava probabilmente scendere al 17 al terzo posto tra le maggiori economie mondiali di 2032, da 11th ora.

Un sondaggio di economisti di Reuters alla fine di ottobre ha suggerito che la crescita economica globale in 2018 sembra accelerare leggermente a 3.6% rispetto a 3.5% quest'anno, con rischi per quella previsione al rialzo.

Fonte: Livemint