Fonte: Tempi economici

In soli sei mesi al timone, il Primo Ministro indiano Narendra Modi ha iniettato oltre $ 3 miliardi di investimenti in Nepal, un possibile gamingerger nelle relazioni Nepal-India che potrebbe cambiare completamente il panorama economico della nazione himalayana.

Le due parti hanno recentemente raggiunto tre accordi - due nel settore energetico e uno sulla linea di credito dell'India - e un altro importante accordo commerciale sull'energia. Sfruttare le risorse idroelettriche del Nepal è al centro delle operazioni firmate.

Impantanata da conflitti armati decennali che hanno devastato totalmente l'economia del Nepal, la cui dimensione è di soli $ 62.384 miliardi, la nazione himalayana ha bisogno di ingenti investimenti nello sviluppo delle infrastrutture, nella lotta alla riduzione della povertà, dell'analfabetismo e della sicurezza alimentare.

L'ultima iniziativa indiana sotto Modi è iniziata con la firma dell'accordo di sviluppo del progetto Sep 19 del progetto idroelettrico 900 MW Upper Karnali nel Nepal occidentale tra Investment Board Nepal e il consorzio GMR-ITD dell'India.

Il secondo e il terzo sono stati prestiti agevolati indiani di $ 1 miliardi per vari progetti infrastrutturali nepalesi e l'accordo di sviluppo del progetto di Arun III tra l'Investment Board Nepal e Satluj Jal Vidyut Nigam dell'India a margine del 18th Saarc Summit a Katmandu la scorsa settimana.

Sia Upper Karnali che Arun III avranno una capacità di generazione di 900 MW ciascuno e i progetti costeranno oltre $ 2.4 miliardi al tasso di mercato attuale. Questo è probabilmente il più grande investimento che arriva in Nepal in un breve lasso di tempo da un paese.

Ciò ha anche riacceso le speranze che il tanto pubblicizzato e ambizioso progetto multiuso Pancheshwar, che è stato inizialmente firmato alcuni 17 anni fa tra il Nepal e l'India, è pronto a decollare.

Ciò ha anche riacceso le speranze che il tanto pubblicizzato e ambizioso progetto multiuso Pancheshwar, che è stato inizialmente firmato alcuni 17 anni fa tra il Nepal e l'India, è pronto a decollare.

Ciò ha anche riacceso le speranze che il tanto pubblicizzato e ambizioso progetto multiuso Pancheshwar, che è stato inizialmente firmato alcuni 17 anni fa tra il Nepal e l'India, è pronto a decollare.

Il progetto 6,720-MW costerà oltre $ 6 miliardi e le due parti sono pronte a costituire l'autorità di sviluppo di Pancheshwar entro un paio di mesi.

Durante l'inaugurazione del centro traumatologico finanziato dall'India a Kathmandu Nov 25, il primo ministro indiano ha ringraziato il primo ministro nepalese, i partiti politici e gli ufficiali del Nepal per aver rimosso gli ostacoli e accelerato il lavoro che era stato sospeso negli ultimi 25 per 30 anni . Ha dichiarato di essere soddisfatto perché "un Nepal felice dà all'India un motivo per sorridere".

Nepal e India hanno discusso della costruzione del progetto Upper Karnali per 30 anni e Arun III per sei anni.

"È possibile solo grazie alla leadership carismatica di Modi", ha detto a IANS Chirinjivi Nepal, consigliere economico del Primo Ministro nepalese Sushil Koirala.

Con la firma dell'accordo sul commercio di energia con l'India e due accordi di sviluppo di progetti con GMR e Satluj, molti investitori stranieri desiderano investire nel settore idroelettrico del Nepal, il cui ovvio mercato è l'India, ha affermato il Nepal.

La lunghezza d'onda tra Modi e Koirala ha anche svolto un ruolo cruciale per andare avanti, ha detto.

Oltre a questi progetti, diversi altri progetti in corso tra il Nepal e l'India stanno andando avanti, dando alle relazioni bilaterali un nuovo slancio.

Ci sono state reazioni positive da parte della società civile, della fratellanza politica e dei media da quando Modi ha iniziato a prendere un "primo quartiere di piombo" nel suo mantra di politica estera.

Un recente editoriale su The Kathmandu Post ha dichiarato: “La visita di agosto (2014), la prima di un primo ministro indiano negli anni 17, si è dimostrata efficace nel liberarsi dei risentimenti accumulati nell'ultimo decennio e nel creare le basi per maggiore cooperazione economica. Modi dovrebbe riprendere da dove si era interrotto l'ultima volta. ”

Ma, ha affermato il quotidiano, la domanda era se il nazionalismo anti-India hardcore prevalente in alcune classi politiche in Nepal avrebbe lasciato andare questi progetti perché la fazione maoista dalla linea dura ha alzato l'ante contro l'Alto Karnali e Arun III.

“Non c'è possibilità di guardare indietro. Stiamo aspettando altro bene dall'India. La regressione è finita ", ha detto il Nepal.