Fonte: Tempi economici

La riscossione delle imposte indirette ha superato le stime riviste di Rs 4,000 crore per raggiungere Rs 5.46 crore lakh per l'anno fiscale chiuso 2015, nonostante un rallentamento nel settore manifatturiero.

La raccolta totale come su 31 di marzo è Rs 5,46,479 crore, basata sul rapporto provvisorio rispetto alle stime riviste di Rs 5,42,325 crore per 2014-15, ha affermato una nota ufficiale.

La stima rivista è stata inferiore di Rs 82,577 rispetto alla stima del budget del valore Rs 6,24,902 per 2014-15.

In molte occasioni precedenti, il ministro delle finanze Arun Jaitley aveva affermato che l'obiettivo di riscossione delle imposte indirette di Rs 6.24 lakh per 2014-15 è una sfida.

Le raccolte provvisorie durante 2014-15 sono aumentate del 9.9 per cento rispetto alle raccolte effettive durante 2013-14, che era il crollo di Rs 4,97,061.

La crescita della riscossione delle imposte indirette è legata alla produzione industriale. La crescita della produzione industriale, misurata dall'Indice di produzione industriale (IIP), è cresciuta del 2.5 per cento durante il periodo aprile-gennaio di 2014-15, riflettendo il rallentamento.

Tuttavia, sono attesi dettagli di singole categorie come accise e dogane, ma un'eccessiva mobilitazione fiscale aiuterebbe il governo a raggiungere il suo obiettivo di deficit fiscale dello 4.1 per cento.

Il ministro delle finanze Arun Jaitley desidera raggiungere l'obiettivo di deficit fiscale fissato dal suo predecessore P Chidambaram.

Jaitley aveva detto in precedenza: "Raggiungerò il difficile obiettivo (deficit fiscale) di 4.1 per cento del PIL che abbiamo ereditato".

Aveva anche proposto di ridurre il deficit fiscale all'3.9 per cento del PIL in 2015-16, 3.5 per cento di 2016-17 e 3 per cento di 2017-18.