Italy Desk

Contact us at
Cecilia Giannini, Country Manager Italy
Email - italy@uja.co.in
Mobile - +39 3356608171

RELAZIONI BILATERALI: INDIA- ITALIA 

India e Italia sono culle di antichissime civiltà, che interagiscono e commerciano tra loro da circa 2000 anni. Da sempre, infatti, gli audaci mercanti e i famosi scrittori hanno raccontato e hanno scritto in merito alle meraviglie e al fascino magnetico che il continente Indiano esercita, con i suoi colori e il suo misticismo.

Nonostante si tratti di due realtà uniche e profondamente differenti, i due paesi sono i custodi di un patrimonio culturale incredibilmente ricco e per certi versi, simile.

Per cominciare la lingua: latino e sanscrito condividono lo stesso ceppo di origine, quello indoeuropeo. Inoltre, entrambi i Paesi hanno da sempre coltivato le arti, quali l’architettura, la letteratura, il cinema e la poesia.

Se in Italia si percepisce tutto il fascino dei borghi medievali e delle chiese, ci si stupisce di fronte alla magnificenza del Colosseo e ci si rilassa gustando un espresso, in India si è attratti dal magnetismo dei templi Indù, si è colpiti dall’imponenza del Taj Mahal e si è rinfrancati da un buon chai.

Inoltre, ogni stato dell’India custodisce i proprio dialetti e le proprie tradizioni culinarie, proprio come le differenti e variopinte regioni d’Italia.

Nonostante le differenze esistano e possano spesso essere incomprensibili, questi due paesi possono crescere insieme, con lo sguardo sempre rivolto al futuro e teso alla ricerca costante di ciò che può unirli.

RAPPORTI ECONOMICI

  • All’interno dell’Unione Europea, l’Italia rappresenta il quinto partner commerciale dell’India.
  • L’Italia è il 14esimo maggior investitore estero per il territorio indiano.
  • Il commercio bilaterale Indo-Italiano sta continuamente crescendo, , a causa della crisi finanziaria e delle sue ripercussioni. In ogni modo, nel 2014 si è registrata una crescita positiva del 3.65%, confermata nel 2015 con un ulteriore aumento del 2.12%.
  • Le esportazioni Indiane in Italia sono state di 08 milioni di euro nel 2015, mentre le esportazioni dall’Italia verso l’India di 3350.75 milioni di euro nello stesso anno.
  • I principali settori in India ad attrarre investimenti dall’Italia sono il settore automobilistico, metallurgico, tessile, della trasformazione dei prodotti alimentari, della fabbricazione di componenti e macchine automatiche.
  • Nel 2016 erano presenti più di 500 aziende italiane sul suolo indiano di cui una grande percentuale rappresentata da piccole-medie imprese, sempre più interessate a cominciare attività di business in India.

L’India offre ampie possibilità agli investitori stranieri, grazie al rapido sviluppo del mercato domestico, alla crescita della classe media e ad una politica favorevole nei confronti degli investimenti stranieri.

Saremmo lieti di aiutarvi a scoprire il meglio di tutto ciò che l’India promette: non esitate a contattarci all’indirizzo mail: italy@uja.co.in