Quadro giuridico: La sezione 132 della Companies Act, 2013 ("la legge") consente al governo centrale (di seguito denominato "CG") di costituire un'autorità nazionale di segnalazione finanziaria (NFRA). Secondo la sezione 132 (1), la CG può, mediante notifica, costituire una NFRA per provvedere alle questioni relative agli standard contabili e di revisione ai sensi della Companies Act, 2013.

In base a questa disposizione, il Consiglio dei Ministri dell'Unione ha approvato la proposta di istituire NFRA giovedì, 1st Marzo 2018.

Costituzione di NFRA: L'NFRA è composta da un presidente, tre membri a tempo pieno e un segretario. Il Comitato permanente per le finanze aveva anche raccomandato l'istituzione di NFRA nella sua relazione 21st. Questa NFRA fungerà da regolatore indipendente per la professione di auditing.

NFRA fungerà da cane da guardia per i revisori dei conti: Il Consiglio dei Ministri dell'Unione ha specificato la classe di enti o persone per i quali la NFRA deve indagare sulle questioni di cattiva condotta professionale da parte dei Dottori Commercialisti e della loro azienda. La giurisdizione di NFRA per le indagini sui dottori commercialisti e la loro impresa si estenderebbe alle società quotate e alle grandi società pubbliche non quotate. La soglia per le grandi società non quotate deve essere prescritta dal CG quando previsto dalle relative norme. Il CG può anche fare riferimento a tali altre entità per le indagini in cui sarebbe interessato l'interesse pubblico.

Penalità e appello: La NFRA ha il potere di imporre penalità alle autorità di certificazione e alle società di revisione se viene dimostrata una cattiva condotta professionale. Può imporre una sanzione fino a cinque volte le commissioni ricevute, soggetto al limite minimo di Rs. 1, 00,000, in caso di persone fisiche e fino a dieci volte le tasse ricevute, soggetto a un limite minimo di Rs. 5, 00,000, in caso di aziende. Può far decadere la CA o la società di revisione dalla pratica come membro dell'ICAI per un periodo minimo di 6 mesi, che può essere esteso a 10 anni. Qualsiasi persona o impresa lesa dall'ordinanza della NFRA può presentare ricorso dinanzi al Tribunale d'appello.