Fonte: Tempi economici

L'India nord-orientale ha un potenziale commerciale ovunque tra Rs 35,000 crore e Rs 180,000 crore e potrebbe benissimo diventare un motore di crescita per l'economia. Il commercio totale tra India e vicini immediati, Nepal, Bhutan, Bangladesh e Myanmar in 2013-14 è stato in sintonia con il crollo di Rs 80,303 ed è cresciuto a un CAGR di 20%.

Tuttavia, nonostante la condivisione del suo confine con questi paesi, la quota della regione NE di questo commercio era a malapena compresa tra 1 e 2%. Ciò dimostra che la maggior parte degli scambi commerciali tra l'India e i suoi vicini orientali avviene da industrie in regioni diverse dal nord-est. Dal punto di vista della posizione geografica e dei risparmi sui costi ha più senso per queste industrie (o almeno quelle industrie la cui base di materie prime è presente nella regione) posizionarsi nel nord-est.

In un rapporto dettagliato intitolato "Gateway to ASEAN-India's North East Frontier", PricewaterhouseCoopers (PwC) ha elencato lo sviluppo di infrastrutture fisiche, interventi politici nelle aree di decentralizzazione, facilitazione del commercio di frontiera, promozione di industrie e imprenditori locali, sviluppo di capacità, le riforme fiscali e dei cambi devono essere elaborate per lo sviluppo del nord-est in un centro economico.

A Didar Singh, il segretario generale di Ficci ha dichiarato che il rapporto tenta di evidenziare le esigenze di connettività della regione con le opportunità che la regione rappresenta. Ranjit Barthakur, presidente del Consiglio consultivo nord-orientale di Ficci, ha affermato di sperare che il rapporto Ficci-PwC possa servire da punto di riferimento per tutte le questioni di connettività relative al nord-est.

Un corridoio economico integrato può essere sviluppato nell'India nord-orientale per sfruttare il potenziale che la regione ha da offrire. La regione è carente di infrastrutture adeguate e ha bisogno di investimenti significativi, Manish R Sharma, leader dei mercati dei capitali e delle infrastrutture, ha dichiarato PwC.