Fonte: Tempi economici

NUOVA DELHI: invitando gli investitori giapponesi a "Make in India", martedì il Primo Ministro Narendra Modi ha dichiarato: "Non c'è posto migliore dell'India per gli investitori giapponesi. L'India è uno dei mercati più competitivi al mondo ".

Per quanto riguarda lo scambio di Nikkei in Giappone, Modi ha affermato che l'India offre le tre "D" essenziali per gli uomini d'affari per prosperare, vale a dire; Democrazia, demografia e domanda. "È importante che il Giappone passi a centri di produzione a basso costo".

Promettendo un ambiente favorevole per gli investitori, Modi ha dichiarato: “Gli investitori stranieri hanno bisogno di un ambiente adeguato per crescere in India. Stiamo lavorando per migliorare la facilità di fare affari in India. "" Non c'è burocrazia ma tappeto rosso in India. Abbiamo attenuato molte normative ”, ha cercato di assicurare Modi.

Parlando delle capacità del Giappone nella produzione di hardware, Modi ha sostenuto la solida industria del software in India. “L'India è nota per i suoi servizi software, il Giappone per l'hardware. Lavoriamo insieme per migliorare i due ", ha detto Modi.

Ha detto agli investitori giapponesi che l'India è un "luogo dotato di divinità" per raggiungere i mercati globali. Modi ha affermato che il suo governo è pronto a offrire tutto ciò che è necessario per promuovere gli investimenti esteri in India.

"Senza Giappone, l'India è incompleta e senza India, il Giappone è incompleta", ha detto.

Modi ha anche affermato che l'India ha in programma di implementare treni della metropolitana in almeno 50 città. Modi ha aggiunto che il governo si concentra sulla promozione di piccole e medie industrie. “L'India ha un governo che sta lavorando allo sviluppo, per aumentare la produzione.

Fiducioso dei grandi risultati dei legami India-Giappone, Modi ha dichiarato: "L'India e il Giappone possono creare la storia lavorando insieme in diversi settori come digitale, energia solare, tecnologia, competenze".

Citando il recente impulso alla crescita del PIL, Modi ha dichiarato: “Nei giorni di 100 del nostro governo, siamo riusciti a ottenere una crescita del 5.7%. La crescita del PIL indica che le nostre politiche, decisioni e facilità di business stanno producendo risultati ".

Indecisa India come destinazione manifatturiera, il Primo Ministro Narendra Modi ha invitato oggi gli investimenti giapponesi, affermando che l'era della "burocrazia" è stata sostituita da "tappeto rosso" con facilità di fare affari e liberalizzazione.

“Sono venuto per assicurarti che non c'è burocrazia ma tappeto rosso in India. Per facilità di affari, abbiamo cambiato così tante regole. Nessun governo ha mai fatto così tanto in così poco tempo ", ha affermato, sottolineando la" velocità "con cui le decisioni vengono prese dal suo governo.