Regolamento di assunzione e prestito della FEMA

RBI aveva notificato i regolamenti di gestione dei cambi (prestito e prestito), 2018.

L'importanza di tale notifica è menzionata di seguito:

I) Regolamenti sulla gestione dei cambi (prestiti e prestiti), 2018:

In esercizio dei poteri conferiti dalla Sezione 6 (3) (a), (d), (e), Sezione 47 (2) del Foreign Exchange Management Act, 1999 (42 di 1999) e in sostituzione delle Notifiche precedenti come modificato di volta in volta, la Reserve Bank adotta le seguenti norme per l'assunzione di prestiti tra una persona residente in India e una persona residente al di fuori dell'India, vale a dire:

Questi regolamenti possono essere chiamati i regolamenti di gestione dei cambi (prestito e prestito), 2018.

Regola 2:

Definizioni importanti:

Regola 2 (iii): "Conto EEFC", "Conto RFC" avrà lo stesso significato assegnato loro rispettivamente nel Regolamento di gestione dei cambi (conti in valuta estera di una persona residente in India), 2015, come di volta in volta modificato.

Regola 2 (v): Prestito commerciale esterno (ECL) " significa prestare da una persona residente in India a un mutuatario al di fuori dell'India conformemente al quadro deciso dalla Reserve Bank in consultazione con il governo dell'India.

Regola 2 (x): "Entità indiana" indica una società costituita in India ai sensi della Companies Act, 2013, come modificata di volta in volta, o una Partnership a responsabilità limitata costituita e registrata in India ai sensi della Limited Liability Partnership Act, 2008, come di volta in volta modificata.

Regola 2 (xi): Titolare della carta “Cittadino d'oltremare dell'India (OCI)” avrà lo stesso significato che gli è stato assegnato ai sensi della Sezione 7 (A) del Citizenship Act, 1955, come di volta in volta modificata.

Regola 2 (xii): “Attività immobiliare” indica qualsiasi attività che coinvolge beni propri o in locazione per l'acquisto, la vendita e l'affitto di immobili o terreni commerciali e residenziali e comprende anche attività su base contrattuale o di assegnazione di agenti immobiliari per attività di intermediazione nell'acquisto, vendita, locazione o gestione di immobili. Tuttavia, ciò non comprenderebbe lo sviluppo di un comune integrato, l'acquisto / la locazione a lungo termine di terreni industriali come parte di un nuovo progetto / ammodernamento o espansione di unità esistenti o qualsiasi attività in "sottosettori delle infrastrutture" come indicato nell'elenco principale delle infrastrutture armonizzato sottosettori approvati dal governo indiano vide notifica F. No. 13 / 06 / 2009-INF, come di volta in volta modificato / aggiornato.

Regola 2 (xvi) "Avvio" indica un'entità che soddisfa le condizioni stabilite nella Notifica n. GSR 180 (E) del febbraio 17, 2016, come modificata / aggiornata di volta in volta, emessa dal Dipartimento di Politica e promozione industriale, Ministero del Commercio e dell'Industria, Governo dell'India.

Regola 2 (xvii) "Credito commerciale" fare riferimento ai crediti estesi dal fornitore estero, istituto bancario / finanziario per le importazioni in India in conformità con il quadro dei crediti commerciali deciso dalla Reserve Bank in consultazione con il governo dell'India.

Spiegazione: A seconda della fonte di finanziamento, tali crediti commerciali comprendono sia il credito dei fornitori sia il credito degli acquirenti. Il credito dei fornitori si riferisce al credito per le importazioni in India esteso dal fornitore estero, mentre il credito degli acquirenti si riferisce ai prestiti per il pagamento delle importazioni in India stipulati dall'importatore da banche o istituti finanziari esteri. Le importazioni dovrebbero essere consentite dalla politica commerciale estera esistente del direttore generale del commercio estero (DGFT).

Regola 3:

Divieto di prendere in prestito o prestare:

Salvo quanto diversamente previsto dalla Legge, dalle Regole o dai Regolamenti fatti in base a ciò, nessuna persona residente in India potrà prendere in prestito o prestare in valuta estera da o verso una persona residente in o fuori dall'India e nessuna persona residente in India dovrà prendere in prestito in rupie da, o prestare in rupie a una persona residente fuori dall'India.

A condizione che la Reserve Bank possa, per motivi sufficienti, consentire a una persona residente in India di prendere in prestito o prestare in valuta estera da o verso una persona residente in o fuori dall'India e / o consentire a una persona residente in India di prendere in prestito in rupie da, o prestare in rupie a una persona residente fuori dall'India.

Spiegazione: L'uso della carta di credito (a) in India da parte di una persona residente al di fuori dell'India o (b) al di fuori dell'India da parte di una persona residente in India non sarà considerato come un prestito o un prestito in rupia indiana / valuta estera.

Regola 4:

Prendere in prestito dall'estero in valuta estera da una persona residente in India: -

Regola 4 (A): prestito da un rivenditore autorizzato o sua filiale al di fuori dell'India:

i) Un AD può prendere in prestito dalla propria sede centrale o filiale o corrispondente fuori dall'India o da qualsiasi altra entità fino al limite specificato e soggetto ai termini e alle condizioni specificati di volta in volta dalla Reserve Bank, in consultazione con il governo dell'India.

ii) Una filiale al di fuori dell'India di un AD che è una banca costituita o costituita in India, può prendere in prestito in valuta estera nel normale corso delle sue attività bancarie dall'estero, fatte salve le indicazioni o le linee guida emesse dalla Reserve Bank di volta in volta e l'autorità di regolamentazione del paese in cui si trova la filiale.

iii) Un AD può prendere in prestito in valuta estera da una banca o un istituto finanziario al di fuori dell'India, allo scopo di concedere credito pre-spedizione o post-spedizione in valuta estera al suo componente esportatore, fatto salvo il rispetto delle linee guida emesse dalla Riserva Banca al riguardo.

iv) Un AD può sollevare la BCE al di fuori dell'India conformemente alle disposizioni contenute nell'Allegato I.

Regola 5:

Prestito in valuta estera di una persona residente in India:

Regola 5 (A): Prestito da un rivenditore autorizzato in India o sua filiale al di fuori dell'India:

Prestito da un rivenditore autorizzato in India o sua filiale al di fuori dell'India:

i) Un AD in India o la sua filiale al di fuori dell'India può estendere un prestito commerciale esterno (ECL) denominato in valuta estera a un mutuatario al di fuori dell'India in conformità con le disposizioni contenute nell'Allegato III.

ii)Un AD può concedere prestiti ai suoi elettori in India per soddisfare i propri requisiti di cambio o per i requisiti di capitale circolante in rupia o spese in conto capitale soggetti al rispetto di norme prudenziali, direttive sui tassi di interesse e, se del caso, linee guida emesse da Reserve Bank al riguardo.

iii) Fatte salve le indicazioni o le linee guida emesse di volta in volta dalla Reserve Bank, un AD in India può estendere prestiti in valuta estera ad un altro AD in India.

iv)Le filiali al di fuori dell'India delle banche AD possono estendere prestiti in valuta estera a fronte della sicurezza dei fondi detenuti nei conti di deposito NRE / FCNR o di qualsiasi altro conto come specificato di volta in volta dalla Banca di riserva, gestito in conformità con i regolamenti di gestione dei cambi (deposito) , 2016, come di volta in volta modificato.

Regola 5 (B): prestito da parte di soggetti diversi dal rivenditore autorizzato:

L'entità residente ammissibile può estendere un prestito commerciale esterno (ECL) denominato in valuta estera a un mutuatario al di fuori dell'India, conformemente alle disposizioni contenute nell'Allegato III.

Regola 6:

Prendendo in prestito in rupie indiane da una persona residente in India

Regola 6 (A): prestito da un rivenditore autorizzato:

Un AD può raccogliere BCE denominata Rupee dall'esterno dell'India in conformità con le disposizioni contenute nell'Allegato I.

Regola 6 (B): prestito da persone diverse dal rivenditore autorizzato:

i) Le entità residenti idonee possono raccogliere BCE denominata Rupee dall'esterno dell'India in conformità con le disposizioni contenute nell'Allegato I.

ii) Le entità residenti ammissibili, come definite dal governo dell'India, possono prendere in prestito da istituti finanziari multilaterali d'oltremare / istituti finanziari di sviluppo internazionale, dove la fonte di fondi di tali istituti sono obbligazioni denominate in rupia emesse all'estero o risorse raccolte internamente o qualsiasi altra fonte come approvato dal governo dell'India.

iii) Il credito commerciale può essere ottenuto dall'estero nelle Rupie indiane dagli importatori per l'importazione di capitali o di beni non capitali, come consentito dalla vigente politica commerciale estera della DGFT, conformemente alle disposizioni contenute nell'Allegato II.

iv)Qualsiasi investimento estero sotto forma di debito derivante dal trasferimento o dall'emissione di titoli, non coperto dai suddetti sotto-regolamenti, dovrebbe essere conforme ai regolamenti di gestione dei cambi (trasferimento o emissione di titoli da parte di una persona residente al di fuori dell'India), 2017 , come di volta in volta modificato.

v)Qualsiasi persona residente in India che accetti un deposito o effettui un deposito con una persona residente al di fuori dell'India, inclusi prestiti / scoperti contro la sicurezza di fondi detenuti in tali conti, deve essere conforme ai regolamenti di gestione dei cambi (deposito), 2016, come di volta in volta modificato.

vi)Una persona residente in India, non essendo una società costituita in India, può prendere in prestito in rupie indiane da un NRI / parenti che sono titolari di carta di cittadini indiani d'oltremare (OCI) al di fuori dell'India, soggetti ai termini e alle condizioni specificati dalla Reserve Bank da di volta in volta in consultazione con il governo dell'India. Il mutuatario dovrebbe assicurarsi che i fondi presi in prestito non vengano utilizzati per usi finali limitati.

vii) Gli istituti finanziari, istituiti ai sensi di una legge del parlamento indiano, possono raccogliere prestiti denominati in rupia dall'esterno dell'India con la previa approvazione del governo indiano ai fini del prestito a termine.

Spiegazione: Tali prestiti che sono nella natura di BCE sono soggetti alle disposizioni contenute nell'Allegato I.

Regola 7:

Prestito in rupie indiane da una persona residente in India

Regola 7 (A): Prestito da un rivenditore autorizzato:

i)Un AD in India può concedere un prestito a un Titolare della carta NRI / OCI per soddisfare i requisiti personali del debitore / i propri scopi commerciali / acquisizione di un alloggio residenziale in India / acquisizione di autoveicoli in India / o per qualsiasi scopo secondo la politica di prestito stabilita dal Consiglio di amministrazione di AD e in conformità con le linee guida prudenziali della Reserve Bank of India. La banca AD dovrebbe garantire che i fondi presi in prestito non vengano utilizzati per usi finali limitati.

ii)Scoperto nel conto della rupia gestito con AD in India da una banca al di fuori dell'India: un AD può consentire uno scoperto temporaneo, per un valore non superiore a Rupie 5 miliardi o qualsiasi altro importo come prescritto dalla Reserve Bank di volta in volta, nei conti della rupia gestiti con dalla filiale o corrispondente estero o dalla sede principale al di fuori dell'India, soggetti ai termini e alle condizioni che la Reserve Bank può indirizzare di volta in volta.

Regola 7 (B): prestito da parte di soggetti diversi dal rivenditore autorizzato:

i)Una società finanziaria non bancaria registrata in India o un istituto finanziario per l'edilizia abitativa registrato in India o qualsiasi altro istituto finanziario che può essere specificato di volta in volta dalla Reserve Bank, può fornire un prestito immobiliare o un prestito del veicolo, a seconda dei casi, a un titolare della carta NRI / OCI soggetto ai termini e alle condizioni di volta in volta prescritti dalla Reserve Bank. Il mutuatario dovrebbe assicurarsi che i fondi presi in prestito non vengano utilizzati per usi finali limitati.

ii)Un'entità indiana può concedere un prestito in Rupie indiane al proprio dipendente che è titolare di una carta NRI / OCI in conformità con il Piano di previdenza del personale soggetto ai termini e alle condizioni di volta in volta prescritti dalla Reserve Bank. Il mutuatario dovrebbe assicurarsi che i fondi presi in prestito non vengano utilizzati per usi finali limitati.

iii) Un individuo residente può concedere un prestito Rupee a un titolare di una carta NRI / OCI entro il limite complessivo previsto dal sistema di rimesse liberalizzato, fatte salve le condizioni di volta in volta prescritte dalla Reserve Bank. Il mutuatario dovrebbe assicurarsi che i fondi presi in prestito non vengano utilizzati per usi finali limitati.

Regola 8:

Continuazione del prestito in caso di modifica dello stato residenziale del prestatore / mutuatario:

i)Un rivenditore autorizzato / banca autorizzata può consentire il mantenimento di prestiti concessi a un individuo residente che successivamente diventa una persona residente al di fuori dell'India, soggetti ai termini e alle condizioni specificati di volta in volta dalla Reserve Bank.

ii) Nel caso in cui un soggetto residente concedesse un prestito a un altro soggetto residente e il prestatore dovesse successivamente diventare non residente, il rimborso del prestito da parte del mutuatario residente dovrebbe essere effettuato mediante accredito sul conto NRO o su qualsiasi altro conto del prestatore mantenuto con una banca in India, come specificato di volta in volta dalla Reserve Bank, a scelta del prestatore.

iii) Nel caso in cui un titolare della carta NRI / OCI abbia concesso un prestito a una persona residente in India conformemente alle disposizioni contenute nel presente regolamento e il prestatore successivamente diventi residente, il rimborso del prestito può essere effettuato sul conto designato di il prestatore manteneva con una banca in India, come specificato di volta in volta dalla Reserve Bank, a scelta del prestatore.

iv) Un individuo residente sarà autorizzato a prestare prestiti presi all'estero all'estero come persona residente al di fuori dell'India, soggetti a termini e condizioni e limiti come specificato di volta in volta dalla Reserve Bank.

Regola 9

Qualsiasi prestito ai sensi delle normative precedenti può essere continuato come consentito fino alla data di scadenza del rimborso.

PROGRAMMA I

Prestiti al di fuori dell'India da parte di una persona residente in India

Le entità ammissibili possono raccogliere prestiti commerciali esterni (BCE) al di fuori dell'India in conformità con le disposizioni contenute nel presente Prospetto.

  1. Valuta del prestito:

La BCE può essere raccolta in qualsiasi valuta estera liberamente convertibile, nonché in rupie indiane o in qualsiasi altra valuta specificata dalla Reserve Bank in consultazione con il governo dell'India.

  1. Le forme:

La BCE può essere sollevata nelle forme prescritte dalla Reserve Bank in consultazione con il governo dell'India. Alcuni strumenti ibridi, come obbligazioni facoltativamente convertibili, attualmente coperti dalla BCE, sarebbero disciplinati da specifici regolamenti sugli strumenti ibridi quando notificati dal governo indiano.

  1. Ammissibilità dei mutuatari:

Tutte le entità idonee a ricevere investimenti diretti esteri, in termini di regolamenti sulla gestione dei cambi (trasferimento o emissione di sicurezza da parte di una persona residente al di fuori dell'India), 2017, come di volta in volta modificato, comprese le start-up. Inoltre, Reserve Bank, in consultazione con il governo dell'India, può specificare qualsiasi altra entità / settore idoneo ad aumentare le BCE o modificare le norme di ammissibilità esistenti.

  1. Scadenza:

La durata media minima sarà di 3 anni. Tuttavia, Reserve Bank, in consultazione con il governo dell'India, può prescrivere una clausola di scadenza media minima per le BCE sollevate da entità in determinati settori o per un determinato importo della BCE o per determinati usi finali o per prestiti da determinati istituti di credito riconosciuti.

  1. Istituti di credito:

Il prestatore dovrebbe essere residente nel paese conforme al GAFI o IOSCO come definito nella politica della BCE, incluso il trasferimento di BCE. Tuttavia, anche gli istituti finanziari multilaterali e regionali in cui l'India è un paese membro saranno considerati istituti di credito riconosciuti. Inoltre, Reserve Bank, in consultazione con il governo dell'India, può specificare qualsiasi altro prestatore / insieme di prestatori nell'ambito del programma o modificare le disposizioni esistenti.

Spiegazione: Le filiali / filiali estere di banche indiane sono autorizzate come prestatori riconosciuti solo per le BCE raccolte in valuta estera.

  1. All-in-costo:

Per le BCE raccolte in valuta estera, lo spread massimo rispetto al benchmark del LIBOR 6-mese o del benchmark applicabile per la rispettiva valuta sarà 450 punti base all'anno o come prescritto dalla Reserve Bank in consultazione con il governo dell'India.

Per le BCE raccolte in Rupie indiane, lo spread massimo sarà di 450 punti base all'anno sul rendimento prevalente dei titoli del governo indiano con scadenza corrispondente o come prescritto dalla Reserve Bank in consultazione con il governo indiano.

  1. Usi finali:

I proventi dei prestiti raccolti dall'esterno dell'India in termini di questo Prospetto possono essere utilizzati a tutti gli effetti ad eccezione di quelle attività prescritte nell'elenco di destinazione finale negativa dalla Reserve Bank in consultazione con il governo dell'India.

  1. Limiti individuali di indebitamento:

Tutti i mutuatari / categoria di mutuatari ammissibili possono aumentare la BCE fino a un massimo di $ 750 milioni o equivalente per esercizio finanziario. Per Startup l'importo sarebbe limitato a 3 milioni di USD o equivalente per esercizio finanziario. Tuttavia, Reserve Bank, in consultazione con il governo dell'India, può stabilire limiti più elevati per le BCE sollevate da entità in determinati settori o per determinati usi finali. I suddetti limiti individuali possono essere soggetti a revisione da parte della Reserve Bank in consultazione con il governo dell'India.

  1. Sicurezza:

Il mutuatario coperto nel presente Prospetto può fornire garanzie al prestatore / ai fornitori, come di volta in volta specificato dalla Banca di riserva in base a tali regolamenti o ai sensi di qualsiasi altro Regolamento definito dalla Legge. Il mutuatario può anche fornire una garanzia aziendale e / o personale come garanzia per il prestito, soggetti ai termini e alle condizioni specificati di volta in volta dalla Reserve Bank. Tuttavia, le banche, gli istituti finanziari e le società finanziarie non bancarie non forniscono (emettono) alcun tipo di garanzia a favore del prestatore straniero per conto dei loro componenti per i loro prestiti ai sensi del presente Prospetto, tranne in conformità con le disposizioni specifiche stipulate dalla Reserve Bank .

  1. Parcheggio dell'importo del prestito all'estero:

I proventi dei prestiti ai sensi del presente Prospetto possono, in attesa dell'utilizzo per usi finali consentiti, essere parcheggiati all'estero o in India secondo le indicazioni emesse di volta in volta dalla Reserve Bank.

  1. Estrazione del prestito:

Le riduzioni del prestito ai sensi del presente Prospetto devono essere effettuate solo dopo aver ottenuto il numero di registrazione del prestito dalla Reserve Bank o dagli AD, secondo il sistema messo in atto dalla Reserve Bank. Per inosservanza, il mutuatario potrebbe essere tenuto a pagare la penalità di volta in volta specificata dalla Reserve Bank.

A condizione che il mancato pagamento della sanzione di cui sopra sia trattato come una violazione e sia soggetto alla composizione o al giudizio secondo quanto previsto dalla Legge o dalle Regole ivi contenute.

  1. Reporting:

Il mutuatario deve aderire alla procedura di segnalazione di volta in volta specificata dalla Reserve Bank. Per inosservanza, il mutuatario potrebbe essere tenuto a pagare la penalità di volta in volta specificata dalla Reserve Bank.

A condizione che il mancato pagamento della sanzione di cui sopra sia trattato come una violazione e sia soggetto alla composizione o al giudizio secondo quanto previsto dalla Legge o dalle Regole ivi contenute.

  1. Servizio del debito:

L'AD designato deve avere l'autorizzazione generale a effettuare rimesse di capitale, interessi e altri oneri conformemente alle linee guida sull'assunzione di prestiti ai sensi del presente Prospetto.

  1. copertura:

Reserve Bank, in consultazione con il governo dell'India, può stabilire requisiti di copertura per i prestiti nell'ambito di questo programma.

  1. Percorsi disponibili per aumentare la BCE:

Tutte le BCE possono essere sollevate in base al percorso automatico se sono conformi ai parametri prescritti in questo Prospetto e soggetti a condizioni di segnalazione specificate. Tutti gli altri casi saranno considerati da RBI nel percorso di approvazione.

PROGRAMMA II

Credito commerciale per le importazioni

Gli importatori possono ottenere crediti commerciali al di fuori dell'India conformemente alle disposizioni contenute nel presente allegato.

  1. Scopo:

I crediti commerciali possono essere generati ai fini dell'importazione di beni non capitali e di capitali come consentito dalla vigente politica commerciale estera della DGFT e per l'acquisto di beni non capitali e di capitali all'interno di una zona economica speciale (ZES) o da una diversa SEZ soggetta ai termini e alle condizioni stabiliti di volta in volta dalla Reserve Bank.

Spiegazione: SEZ è come definito nella legge SEZ, 2005.

  1. Valuta del prestito:

I crediti commerciali possono essere raccolti in qualsiasi valuta estera liberamente convertibile, nonché in rupie indiane o in qualsiasi altra valuta, come specificato dalla Reserve Bank in consultazione con il governo dell'India.

  1. Importo del prestito:

Gli importatori possono aumentare il credito commerciale fino a un importo di 50 milioni di USD per transazione di importazione per l'importazione di beni capitali o non capitali o qualsiasi altro importo stabilito dalla Reserve Bank in consultazione con il governo dell'India.

  1. Periodo:

Il periodo di credito commerciale calcolato a partire dalla data di spedizione è fissato come segue:

Per l'importazione di beni non capitali - Periodo massimo fino a un anno e collegato al ciclo operativo, o per un periodo secondo le linee guida emesse di volta in volta dalla Reserve Bank per qualsiasi importazione di merci / per importazione da parte di uno specifico settore.

Per l'importazione di beni strumentali - Periodo massimo di tre anni o per un periodo secondo le linee guida emesse di volta in volta dalla Reserve Bank.

  1. Prestatori riconosciuti:

Fornitori esteri, banche e altri istituti finanziari, detentori di azioni estere e istituti finanziari nei Centri di servizi finanziari internazionali (IFSC) in India o qualsiasi altra entità, come deciso dalla Reserve Bank in consultazione con il governo dell'India.

  1. Costo:

Per i crediti commerciali in valuta estera, lo spread massimo rispetto al benchmark del LIBOR 6-mese o del benchmark applicabile per la rispettiva valuta sarà 250 punti base all'anno o come prescritto dalla Reserve Bank in consultazione con il governo dell'India.

Per il credito commerciale denominato Rupee, il costo complessivo deve essere commisurato alle condizioni di mercato prevalenti o prescritte dalla Reserve Bank in consultazione con il governo dell'India.

  1. Sicurezza e garanzia:

Il mutuatario coperto nel presente Prospetto può fornire garanzie al prestatore / ai fornitori, come di volta in volta specificato dalla Banca di riserva in base a tali regolamenti o ai sensi di qualsiasi altro Regolamento definito dalla Legge. Il mutuatario può anche fornire garanzie aziendali e / o personali a titolo di garanzia per il debitore in base ai termini e alle condizioni specificati di volta in volta dalla Reserve Bank. Inoltre, le banche di categoria I AD sono autorizzate a rilasciare garanzie bancarie a favore di fornitori esteri, istituti bancari o finanziari che garantiscono debitamente che il credito all'importazione / commercio sottostante sia conforme alle norme vigenti.

  1. Requisiti di segnalazione:

L'obbligo e la procedura di segnalazione saranno di volta in volta specificati dalla Reserve Bank.

PROGRAMMA III

Prestito a mutuatari al di fuori dell'India da parte di una persona residente in India

Le entità ammissibili possono estendere i prestiti commerciali esterni (ECL) ai mutuatari al di fuori dell'India conformemente alle disposizioni contenute nel presente allegato.

  1. Un AD in India può estendere il prestito commerciale esterno (ECL) in valuta estera a un'entità estera in cui un'entità indiana ha effettuato investimenti diretti all'estero in conformità con i regolamenti sulla gestione dei cambi (trasferimento o emissione di qualsiasi titolo di sicurezza estera), 2004, come modificato di volta in volta.

  1. Le filiali estere delle banche indiane possono concedere prestiti in valuta estera nel normale svolgimento dell'attività bancaria al di fuori dell'India.

  1. Un'entità ammissibile, come definita ai sensi dei regolamenti sui cambi (trasferimento o emissione di qualsiasi titolo di sicurezza estera), 2004, come di volta in volta modificata, può prestare in valuta estera a un'entità estera in cui ha effettuato investimenti diretti conformemente alle disposizioni ai sensi di tali regolamenti.

  1. Una persona residente in India può prestare in valuta estera a valere sui fondi detenuti nel suo conto EEFC, per scopi commerciali con il suo cliente importatore d'oltremare soggetto ai termini e condizioni stipulati di volta in volta dalla Reserve Bank of India in consultazione con il governo dell'India.

  1. Le società indiane possono concedere prestiti in valuta estera ai dipendenti delle loro filiali al di fuori dell'India per scopi personali, a condizione che il prestito sia concesso per scopi personali in conformità con le Regole del regime di previdenza del personale del prestatore / Regole di prestito e altri termini e condizioni applicabili al suo personale residente in India e all'estero.