Fonte: Tempi economici

Promettendo un ambiente favorevole alle imprese per corteggiare gli investimenti stranieri, il ministro delle finanze Arun Jaitley ha chiarito oggi che non sarà imposta alcuna imposta retrospettiva e che la politica fiscale deve essere "non contraddittoria".

“Il nostro processo fiscale deve essere più semplice per aumentare la galleggiabilità fiscale. La nostra politica fiscale deve essere non avversaria. Il governo non intende tassare le persone in modo retrospettivo ", ha detto Jaitley.

Ha affermato che la struttura dell'imposta sulle società deve essere competitiva a livello globale ed è per questo che il governo ha proposto di ridurla da 30 a 25 per cento nel bilancio di quest'anno.

“Il processo decisionale deve essere molto più rapido. Il processo di consenso politico deve essere simile a uno statista e maturo ”, ha detto rivolgendosi a DP Kohli Memorial Lecture qui.

Il ministro delle finanze ha affermato che l'agricoltura e le infrastrutture affrontano serie sfide a causa della mancanza di investimenti.

“Il programma delle autostrade è rallentato e gli investimenti non sono arrivati ​​nelle ferrovie. Dobbiamo investire sul mercato di Rs 70,000 nel settore delle infrastrutture ed è per questo che dobbiamo ritardare leggermente la road map fiscale ", ha affermato Jaitley.

Nel frattempo, ha affermato che è necessario rivedere alcune disposizioni del Prevention of Corruption Act, 1988.

"Dobbiamo rivedere le disposizioni sulla prevenzione della corruzione", ha affermato, osservando che i dipartimenti interessati e i dipendenti pubblici erano riluttanti a prendere decisioni.

Frasi come "mezzi corrotti", "interesse pubblico" e "vantaggi pecuniari" devono essere ridefiniti nel presente contesto per distinguere tra atto di corruzione ed errore onesto, ha detto Jaitley.